Servolana devastante, Sacile si arrende

Giacomo Gori (Foto Panda images)

Non dura tanto l’equilibrio nella partita tra la Servolana e Sacile, arrivato a Trieste forte del primo posto in classifica. Dopo alcuni minuti di studio ci pensa “Jack” Gori a dare la scossa ai suoi. In pochi minuti, entrando dalla panchina, recupera tre palloni, trasformati tutti in rapidi contropiede e poi, ciliegina sulla torta, piazza una tripla dall’angolo che sancisce il primo vantaggio importante per i triestini.

Sussulto dell’Humus nel secondo quarto, con Franzin e Pignaton che cercano, riuscendoci parzialmente, di ricucire il gap, portando i propri colori al meno due di fine periodo.

Ma al ritorno in campo sale in cattedra Marco Cerniz, per lui cifre da paura con 31 punti segnati, 8 rimbalzi, 2 palle recuperate e 4 assist, tirando con il 100% da due (7 su 7) e con un 5 su 8 da tre che dice molto della sua performances. Sacile sembra troppo arrendevole, e forse un poco supponente, ed a coadiuvare il folletto della Servolana ci si mettono anche Babich, che colpisce ripetutamente dalla distanza, ed un Nardellotto particolarmente positivo sotto le plance.

I ragazzi di coach Fantin non sono bravi a reagire, si innervosiscono oltremodo, con i soli Bovolenta e Pignaton che cercano di dare la scossa all’Humus, senza però riuscirci. La Lussetti dilaga nel secondo tempo, ancora con Giacomo Gori a menare le danze e, con un parziale di 58 a 35, porta a casa il primo referto rosa di questo 2020.

Lussetti Servolana vs Humus Sacile 93-68 (21-14, 35-33, 69-50)

Lussetti Servolana: Leonardi 1, Michellini, Pobega 8, Boniciolli 1, Cerniz 31, Nardellotto 14, Venturini 3, Godina 2, Babich 17, Gori 14, Cattaruzza 2. All. Palombita/Kladnik

Humus Sacile: Galli 6, Gri 13, Conte 2, Kelecevic 9, Del Bello 5, Franzin 5, Bertoia, Zambon 7, Bovolenta 8, Pignaton 13. All. Fantin

Arbitri: Pais e Cotugno