Lussetti Servolana vs Virtus Feletto

1,2,3…39,40,41. Ben quarantuno i punti segnati da Nicolas Bossi in una gara magistrale: 15 su 17 da due, 2 su 3 nelle triple, 5 su 6 ai liberi e 5 rimbalzi.
Decisivo in una partita dominata dai Servolani che fin dall’inizio hanno dovuto rinunciare all’infortunato Gobbato ed alla coppia di veterani Grimaldi – Palombita, in panchina per onor di firma. Feletto non ha però a disposizione Ousmane Diop, ovvero gran parte del suo potenziale offensivo, e non a caso è spesso in difficoltà specialmente nella zona d’attacco.
La Lussetti spezza l’equilibrio grazie all’intensità e, nonostante la buona precisione dalla distanza in casa Virtus, il primo periodo si chiude con un perentorio 27 a 13. Bettarini prova a giocarsi anche la carta della difesa a zona, ma sono Carcangiu, Cernivani e Bossi a sfaldarla con le loro conclusioni pesanti: quando poi lo stesso Bossi inizia a carburare, ecco che il gioco è fatto per i padroni di casa.
Difesa, agonismo e precisione dal campo: questo l’apporto dell’esterno classe 1988 di coach Bartoli che, insieme all’attenta regia di Carcangiu, alle scorribande di Gori ed al trio Dedenaro – Godina – Tropea sotto le plance, produce lo scarto conclusivo.
Feletto ci mette del suo ma non riesce mai ad impensierire la Servolana, che chiude con la vittoria per 93 – 56 e si riscatta dalla sconfitta di misura patita la scorsa settimana ad opera di Romans.

SERVOLANA – VIRTUS FELETTO   93 – 56

OFM Lussetti Servolana: Grimaldi ne, Carcangiu 14, Pobega 3, Gori 2, Tropea 1, Cernivani 12, Godina 7, Dedenaro 12, Vidmar 1, Palombita ne, Bossi 41. All. Bartoli

Virtus Feletto: Visintini 7, Bruno 5, Dose 7, Coletti 2, Basso 4, Petris 2, Paolini 3, Dosmo 2, Zamò 5, Diop B. 11, Bonassi 6, Diouf 2. All. Bettarini
Arbitri: Vatta e Mazzotta di Trieste

Parziali: 27-13; 46-30; 63-41